Archivi categoria: Risparmio

Imu, tasi, canone RAI, polizze… FATTELI PAGARE DALLO STATO!

Tutti ci lamentiamo della moltitudine di tasse che ogni anno dobbiamo pagare allo Stato.😭😭😭😭
Ma perché non facciamo in modo che sia proprio lo Stato a pagarcele?:o:o:o:o
Io, ad esempio, circa 200 euro l’anno di tasse me le faccio pagare proprio dallo Stato.👍👍👍👍
E perché non farsi pagare dallo Stato la polizza casa, la Temporanea Caso Morte, la sanitaria per tuo figlio, la polizza infortuni.
Non ti basta? Puoi farti pagare anche un piano di accumulo da 150 160 euro al mese.
Ovviamente bisogna fare due conti e valutare ogni singolo caso per vedere quanto posso farti pagare dallo Stato.
Posso comunque garantirti che poco o tanto TUTTI possono farsi pagare in parte o totalmente tasse e polizze dallo Stato. 💶💶💶💶
Non ci credi? Non è possibile?😒😒😒😒
Contattami per una consulenza previdenziale gratuita dove calcolerò la tua scopertura previdenziale, la scopertura della protezione personale e famigliare, ti fornirò la stima della tua pensione e ti calcolerò quanto potrai farti pagare dallo Stato.💶💶💶💶

Fallimento banche? Altro che bail-in… stanno già pagando i clienti… Chi saranno i prossimi?

Ormai è assodato che dal 1/1/2016 entrerà in vigore il bail-in.

Riassumiamo in poche parole visto che l’argomento è già stato trattato in molti post pubblicati da maggio in poi:
la tua banca è in cattive acque?
è in dissesto finanziario?
sta fallendo?
Bene, se prima interveniva lo Stato per risanare i conti, dal primo gennaio 2016 pagheranno i clienti.
Quali clienti? prima azionisti, poi obbligazionisti e poi i depositi sopra i 100000 euro.
Nel caso ciò non bastasse interverrebbe, almeno sulla carta, il fondo interbancario di garanzia. Dico “almeno sulla carta” per il semplice fatto che il fallimento di qualche piccola banca locale prosciugherebbe l’intero fondo e a quel punto non saprei se i depositi sotto i 100000 euro sarebbero garantiti.
In questi giorni è stato emanato dal governo un bel decreto per salvare/risanare, prima dell’ entrata in vigore del bail-in 4 banche che erano in cattivissime acque…  Le 4 banche sono Etruria, Banca delle Marche, Carife e Carichieti.
Peccato che questo decreto doveva servire a evitare che fossero i clienti a pagare, mentre invece guarda un po’ cosa dicono testate giornalistiche diverse sulle conseguenze per i clienti.

La Rabbia dei clienti “Banca Etruria salvata con i nostri risparmi”
fonte Il Giornale

Per Carichieti 500 clienti a rischio e 77 milioni dei soci
fonte primadanoi.it

Carife, fondazione durissima” persi tutti i soldi degli azionisti
fonte estense.com

Le 4 banche sono state salvate? Chiedetelo a chi ha perso tutto
fonte linkiesta.it

Come puoi vedere, il sistema adottato è stato un semi bail-in anticipato di un mese. A me pare chiaro che molti molti clienti hanno visto andare in fumo i loro risparmi di una vita.
Questo è solo l’inizio… Da gennaio tenere i propri risparmi in banca sarà davvero rischioso. La banca è gestita male? Pagano i gestori? No pagheranno i clienti risparmiatori. Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti sono un avvertimento… dal primo gennaio sarà molto peggio.

E come faccio a tutelarmi da questo furto legalizzato?

È molto semplice… prima devi capire quanto la tua banca sia solida e per farlo devi tenere in considerazione 3 parametri:

Il controllo del patrimonio di vigilanza o meglio il CET1 Ratio (Core Equity Tier 1 Ratio)
Il minimo sindacale è 8%, ma essere vicini a questa soglia deve comunque far rabbrividire… meglio essere abbastanza lontani… esser sotto significa che i problemi son già molto gravi.

Il controllo delle performance relative in borsa
Nel 100% dei casi un fallimento bancario è stato sempre preceduto da un crollo dei valori azionari rispetto all’indice di riferimento, mesi se non anni prima dell’evento infausto.

In Italia esiste un indice chiamato FTSE Banche, facilmente confrontabile in termini percentuali con l’andamento dei prezzi dei singoli titoli delle banche quotate.
fonte rischiocalcolato.it

La lettura della cronaca giudiziaria
non è mai esistito un singolo fallimento bancario che non sia stato preceduto da MESI se non da ANNI di articoli polemici e allarmanti in cronaca economica e giudiziaria.
fonte rischiocalcolato.it

Per approfondire i tre metodi di verifica della salute delle banche ti invito a leggere questo articolo

Qua ti lascio una bellissima tabella con la classifica in base al parametro CET1 Ratio (se vedi la tua banca tanto in basso io ti consiglio di trovare al più presto una soluzione alternativa per investire i tuoi risparmi)

image

Ora starai pensando…  Ma adesso per tenere quattro risparmi in banca devo mettermi a fare l’analista di borsa e leggermi ogni santo giorno il Sole 24ore e simili?
Se vuoi investire in banca e stipulare prodotti finanziari la risposta è SI’

Non vuoi avere tale incombenza e allo stesso tempo non vuoi rischiare un centesimo del tuo capitale?
Okay TIRA VIA I SOLDI DALLA BANCA in salute o meno che sia. Infatti oggi la tua banca può essere in salute, ma fra sei mesi? Se non vuoi monitorarla continuamente TIRA VIA I SOLDI DALLA BANCA.

E dove li metto? Sotto al materasso?
Assolutamente no… correresti rischi ancora più elevati.

E allora?

Calma la risposta arriverà presto.

Prima volevo spiegarti un po’ alcune caratteristiche degli istituti assicurativi.

In Italia esiste il luogo comune che in assicurazione si vada a fare solo la polizza auto e la polizza casa.
In parte è vero… la stragrande maggioranza degli istituti assicurativi si occupano del ramo danni e quindi sanno consigliarti ottime soluzioni per l’auto, ottime polizze casa e null’altro.

Bene, io non mi occupo di polizze auto… mi sono specializzato in previdenza complementare e ramo vita. Il ramo danni del quale mi occupo è relativo alla protezione della persona.

Bene il ramo vita è quello che si occupa di gestire i risparmi dei clienti, ma con garanzie ben diverse da quelle offerte dalle banche.

Tassazione agevolata sugli interessi inferiore alla classica tassazione del 26% del prodotto bancario tipo.

Impignorabilità ed insequestrabilità delle somme investite

Nessuna tassa di successione per gli eredi

Capitale tutelato dal fallimento della compagnia in quanto il denaro viene investito in gestione separata

Non sai cosa sia una gestione separata?

image

Ora ti lascio un estratto di articolo che ti spiegherà perché le assicurazioni sono così solide.

Tutte le altre società e aziende produttive, devono pagare le banche per avere capitali da investire nei loro business.

Le agenzie assicurative invece, sono pagate dagli assicurati per incamerare i loro capitali sotto forma di premi; e possono investirli dove meglio credono.

Inoltre, il business assicurativo è fatto in modo che i capitali incassati sotto forma di “premi” eccedano sempre i pagamenti dovuti agli assicurati come rimborsi.

Infine, i rendimenti che derivano dagli investimenti effettuati su questi capitali sono quasi del tutto liberi da obblighi fiscali. E nemmeno i premi degli assicurati (cioè il capitale incamerato “gratis” dalle assicurazioni) sono tassati.

In pratica, una agenzia assicurativa è come una banca che non ha bisogno di fare prestiti a rischio di insolvenza e non è mai a corto di liquidità, ma al contrario, moltiplica infallibilmente il valore dei capitali detenuti senza pagarci un centesimo di tasse
fonte strategieperinvestire.com

Direi che è arrivata l’ora di scoprire come investire i tuoi risparmi in totale sicurezza senza rischiare di perderli perché qualcuno ha fatto fallire l’Istituto presso il quale li custodivi o perché le azioni salgono e scendono.

Contattami per ricevere una consulenza gratuita su come investire e risparmiare in totale tranquillità.

Gli unici titoli di borsa che non ti faranno mai perdere.

Sai qual’è il settore dei titoli di borsa dove puoi investire praticamente senza perdere mai soldi, ma anzi guadagnando costantemente anno dopo anno?

E’ il settore assicurativo…

…Ti spiego brevemente perché.

Tutte le altre società e aziende produttive, devono pagare le banche per avere capitali da investire nei loro business.

Le agenzie assicurative invece, sono pagate dagli assicurati per incamerare i loro capitali sotto forma di premi; e possono investirli dove meglio credono.

Inoltre, il business assicurativo è fatto in modo che i capitali incassati sotto forma di “premi” eccedano sempre i pagamenti dovuti agli assicurati come rimborsi.

Infine, i rendimenti che derivano dagli investimenti effettuati su questi capitali sono quasi del tutto liberi da obblighi fiscali. E nemmeno i premi degli assicurati (cioè il capitale incamerato “gratis” dalle assicurazioni) sono tassati.

In pratica, una agenzia assicurativa è come una banca che non ha bisogno di fare prestiti a rischio di insolvenza e non è mai a corto di liquidità, ma al contrario, moltiplica infallibilmente il valore dei capitali detenuti senza pagarci un centesimo di tasse.
[…]

Fonte www.strategieperinvestire.com articolo del 28/11/2015 di Paolo Rebuffo